Passi Narrati – Estate / Autunno 2019

Da luglio ad ottobre 2019 tornano i Passi Narrati, le passeggiate nate durante il festival IT.A.CÀ e pensate da C.A.S.A. per entrare in dialogo con il territorio e le comunità che lo abitano, ricongiungersi con la natura e raccontare la valle dell’Ussita attraverso storie, osservazioni, racconti, aneddoti, suggestioni, contraddizioni e incontri.

Si tratta di quattro itinerari narrativi che attraversano il territorio e ci permettono di conoscerne le sfumature tramite il dialogo e il confronto con storici, artisti, ospiti e abitanti. Un paesaggio a volte ostile e a volte accogliente, in tensione tra passato presente e futuro, dove ricercare le tracce storiche e sociali dei luoghi che si andranno a percorrere. Luoghi che evocano echi letterari e poetici: geografie intime di una vita in alta montagna. Anche questi Passi narrati saranno accompagnati da Passi distesi, momenti di yoga all’inizio o al termine delle passeggiate.

 

Venerdì 19 luglio – Guarda quelli alberghi solitari de’ pastori
Venerdì 30 agosto – Una voce che non ha mai smesso di cantare: il fiume Ussita
Sabato 28 settembre – Al crocevia della grande storia: Pietro Capuzi e il Cardinal Gasparri
Domenica 20 ottobre – Aneddoti dell’immaginario ussitano tra strolleche, ombre e paure

 

Cosa portare:
Scarpe da trekking, acqua almeno 1 litro, giacca anti pioggia e vestiario adatto alle condizioni meteo.

 

Come partecipare:
Posti limitati a 25 persone. Vi chiediamo un contributo libero a supporto delle attività di C.A.S.A.
La partecipazione è gratuita per i residenti di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera.
Si necessita di prenotazione via email a prenotazioni@portodimontagna.it o telefonicamente al 333/4310165 (Marta) entro il mercoledì precedente. Se quando chiamate non possiamo rispondere lasciate un messaggio o un whatsapp e vi ricontatteremo per la conferma della prenotazione. È possibile partecipare anche solamente alla passeggiata o solamente allo yoga.

 

 

 

Venerdì 19 luglio – Guarda quelli alberghi solitari de’ pastori 

Passi Narrati / ore 10.00 La passeggiata inizia dal Santuario di Macereto, uno degli esempi più importanti dell’architettura rinascimentale marchigiana, luogo di confine da sempre legato ai territori di Ussita, Visso e alla frazione di Casali. Sospeso tra realtà e leggenda, l’altopiano di Macereto è un luogo legato alla transumanza, al mercato ovino e al centro di un importante sistema viario, fin dal Medioevo. Si segue il tracciato del GAS (Grande Anello dei Sibillini) fino alla località Le Arette, punto panoramico dal quale ammirare il Monte Bove e la valle dell’Ussita in tutta la loro maestosità e bellezza. La discesa verso Casali, piccola frazione di montagna, è dapprima nel bosco e poi su sterrato. All’ombra del secolare ippocastano di Casali saremo accolti da pastori con i quali scopriremo l’arte antica del formaggio. Ricotta fresca, erbe di montagna, storie di pastori transumanti e allevatori moderni a confronto, per raccontare con semplicità una delle anime di questi luoghi.

Lunghezza: 8 Km circa A/R
Dislivello: + 230m; – 350m
Tempo di percorrenza: 4h30 circa
Difficoltà: T/ E – ovvero escursione adatta a chi è abituato a camminare, senza particolari difficoltà tecniche e di terreno

Passi distesi / ore 16.30 Immersi nel fresco della valle di Ussita si terrà una lezione di yoga con Francesca Conti per ritrovare la propria essenza nella natura. Adatto a tutti per recuperare le energie e armonizzare la postura a fine passeggiata. Portare tappetino, telo o asciugamano; la lezione è gratuita ma suggeriamo un’offerta libera per l’insegnante di Ussita. Per un’organizzazione migliore, segnalate all’insegnante la vostra presenza alla lezione: shambhalavisso@gmail.com – 3393834028

 

Venerdì 30 agosto – Una voce che non ha mai smesso di cantare: il fiume Ussita.

Passi Narrati ore 15.00 / Percorsi d’acqua, un itinerario che inizia dal camping Colorito per attraversare la faggeta ai piedi del Monte Bove ed arrivare alle sorgenti del fiume Ussita. In questo punto si incontrano due mondi, due valli di diversa formazione: la val di Panico modellata dall’azione dei ghiacci fin dalle più antiche glaciazioni e caratterizzata da fenomeni carsici e la valle dell’Ussita, tipica valle fluviale scavata dalla forza del fiume che ne ha determinato la morfologia attuale. Si passa dal silenzio dei boschi e delle alte praterie di alta montagna a l’assordante frastuono del fiume. Si prosegue poi verso l’abitato di Casali per scendere verso Capovallazza e costeggiare il fiume nel tratto in cui nel corso della storia la sua acqua è stata raccolta in condotte e vasche d’accumulo per muovere ruote e ingranaggi, dando vita ad equilibri meccanici che raccontano i tanti aspetti del lavoro dell’uomo e della storia di Ussita: mulini, gualchiere, fornacette, centrali idroelettriche, stabilimenti per l’imbottigliamento. In compagnia di storici e abitanti della valle cercheremo di ridare vita ad un mondo ed un’operosità ancora oggi di cruciale importanza.

Lunghezza: 10,5 Km circa
Dislivello: + 300m; – 380m
Tempo di percorrenza: 4h circa
Difficoltà: T – ovvero escursione adatta a chi è abituato a camminare, senza particolari difficoltà tecniche e di terreno

Passi distesi / ore 19.00 In una splendida location ai piedi del Monte Bove si terrà una lezione di yoga con Francesca Conti per ritrovare la propria essenza nella natura. Adatto a tutti per recuperare le energie e armonizzare la postura a fine passeggiata. Portare tappetino, telo o asciugamano; la lezione è gratuita ma suggeriamo un’offerta libera per l’insegnante di Ussita. Per un’organizzazione migliore, segnalate all’insegnante la vostra presenza alla lezione. Francesca Conti: shambhalavisso@gmail.com – 3393834028

 

Sabato 28 settembre – Al crocevia della grande storia: Pietro Capuzi e il Cardinal Gasparri. 

Passi distesi ore 13.30 / Prima della passeggiata Anna Pilotti terrà una pratica leggera di yoga adatta a tutti per ricongiungersi con la natura e i grandi spazi nella sacralità del Santuario di Macereto, in un’ottica di scambio reciproco. Percepire, sapere, essere, ricevere, ricordare. Portare tappetino, telo o asciugamano; la lezione è gratuita ma suggeriamo un’offerta libera per l’insegnante di Ussita. Per un’organizzazione migliore, segnalate all’insegnante la vostra presenza alla lezione. Anna Pilotti: acpilotti@gmail.com – 3477083899

Passi Narrati ore 14.30 / Un’immersione nel passato dell’alta valle del Nera che dall’altopiano di Macereto ci condurrà fino ad alcune delle frazioni di Ussita in compagnia di due personaggi che, per quanto diversi, hanno entrambi svolto ruoli da protagonisti nella storia contemporanea di questi territori, seguendo parte del Cammino nelle Terre Mutate. Attraverso memorie, documenti e testimonianze, ricostruiremo il percorso di Pietro Capuzi, vissano, combattente antifascista, partigiano attivo nell’organizzazione della Resistenza e fucilato ad Ussita nel 1944, e del Cardinale Pietro Gasparri, che, partendo da una famiglia di pastori di Capovallazza, ha seguito la carriera vaticana fino a diventare cardinale segretario di Stato della Santa Sede, contribuendo a rendere Ussita comune autonomo, nel 1913, e associando il suo nome ai Patti Lateranensi del 1929.

Lunghezza: 6,5 Km circa A/R
Dislivello: + 150m; – 400m
Tempo di percorrenza: 3h circa
Difficoltà: E – ovvero escursione adatta a chi è abituato a camminare, senza particolari difficoltà tecniche e di terreno

 

Domenica 20 ottobre – Aneddoti dell’immaginario ussitano tra strolleche, ombre e paure.  

Passi distesi / ore 14.00 Prima della passeggiata Anna Pilotti terrà una pratica leggera di yoga adatta a tutti per ricongiungersi con la natura in un’ottica di scambio reciproco nel suggestivo scenario delle praterie d’alta quota di Frontignano. Percepire e respirare aria preziosa con una profondità spaziale che accoglie le quattro regioni del centro Italia e di più, per riconoscere il nostro essere infinito. Portare tappetino, telo o asciugamano; la lezione è gratuita ma suggeriamo un’offerta libera per l’insegnante di Ussita. Per un’organizzazione migliore, segnalate all’insegnante la vostra presenza alla lezione. Anna Pilotti: acpilotti@gmail.com – 3477083899

Passi Narrati / ore 15.00 Un itinerario ad anello a cavallo tra la valle di Ussita e quella di Castelsantangelo sul Nera, con partenza da Frontignano, per un’immersione nel mondo del magico e della tradizione popolare. Un viaggio un po’ sacro e un po’ profano tra il monte Torrone e il piccolo agglomerato di San Placido, accompagnati dai racconti della Strolleca. “Faceva riti esoterici, prevedeva il futuro e si diceva che segnava il mal di denti, i ginocchi. E la gente era tutta contenta, se avevano un problema di salute non andavano dal medico ma da Apollonia. Faceva un po’ di preghiere, un po’ di esorcismi…”. Un racconto per non dimenticare le storie di riti, di fantasmi, di ombre, di streghe e di paure, quelle stesse storie che si raccontavano davanti al camino, tra freddo e buio, verità e suggestioni tramandate.

Lunghezza: 5,5 Km circa A/R
Dislivello: + 300m; – 300m
Tempo di percorrenza: 3h circa
Difficoltà: T – ovvero escursione semplice adatta a tutti, senza particolari difficoltà tecniche e di terreno

 

 

dal19
lug
2019

al20
ott
2019

Inizio ore 10:00
 

Informazioni

Nome della tabella
Luogo Ussita
Sito web http://www.portodimontagna.it/...
Organizzatore C.A.S.A. Cosa Accade Se Abitiamo
Email per informazioni prenotazioni@portodimontagna.it
Contatti 333/4310165 (Marta)
Ingresso contributo libero

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di Ussita dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Credits | Privacy | Note legali